Jump to content
Sign in to follow this  
Lukko

il 2 sturmovik : birds of Prey

Recommended Posts

il 2 sturmovik birds of prey

 

 

Doveva essere un volo di ricognizione e niente altro. Avrebbe potuto essere una mattina tranquilla: un facile decollo, un paio d'ore dentro la cabina di pilotaggio dello Spitfire e per concludere un placido atterraggio. Ma sembra che i tedeschi possano produrre e far volare più aeroplani di quanto i coraggiosi piloti inglesi riescano ad abbatterne in un solo giorno. Oggi è la volta di una squadra di bombardieri Heinkel He-111: una dozzina di quei mostri bimotore è colta di sorpresa dagli Spitfire inglesi a poche decine di minuti di volo dai loro bersagli. Nel loro ventre riposano due tonnellate di bombe pronte a cadere sulle teste di civili e militari, incapaci di fare differenze. Subito i piloti inglesi si tuffano verso i nemici, intenzionati ad abbatterli tutti. Ma ancora i loro bersagli non sono giunti a tiro delle mitragliatrici montate nelle ali che a essere sorpresi sono proprio gli inglesi. Infatti non si tratta di una sola squadra di bombardieri, ma di un intero stormo con l'appropriata scorta di caccia tedeschi! La battaglia si rivela quindi molto più ardua del previsto: i tedeschi piombano loro addosso scaricandogli contro le temute mitragliatrici MG 131 da 13 millimetri. È l'inizio un giorno come altri o uno che passerà alla storia per questa grande battaglia?

 

 

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey si presenta proprio così: una succulenta raccolta di celebri battaglie aeree, le più celebri per la precisione, tutte da combattere. Aerei riprodotti fedelmente, vasti ambienti ricreati per essere più simili possibile a quello che vedevano i piloti protagonisti di quelle epiche battaglie quando guardavano fuori dall'abitacolo e facevano vagare il loro sguardo tutto intorno alla ricerca del nemico. Ben cinque gli scenari presenti, riprodotti fedelmente: l'immancabile Battaglia d'Inghilterra, la battaglia sopra Stalingrado, la guerra aerea in Sicilia, il titanico scontro nei cieli di Berlino e quello di Korsun. Molte le missioni da giocare e tanti aerei da pilotare, dai più famosi caccia ai bombardieri pesanti. Epiche battaglie fra centinaia di aerei ci attendono!

 

IL-2 Sturmovik: Birds of Prey è un celebre simulatore di volo che ha profonde radici nel personal computer, come è lecito attendersi per ogni simulatore. Come è possibile dunque "far entrare" una simulazione in una console? Questo titolo infatti è previsto per le principali console presenti sul mercato oggi, comprese PSP e Nintendo DS e con l'esclusione di Wii. I punti di forza di Il-2 Sturmovik: Birds of Prey sono diversi e anche se non tutti coinvolgono direttamente la simulazione, contribuiscono a renderlo davvero interessante anche per chi è appassionato di simulazione.

Anzitutto il realismo degli aerei. Questi sono modellati fedelmente e sono davvero belli da guardare. Attivando la visuale interna poi è possibile apprezzare la riproduzione dettagliata dell'abitacolo e della strumentazione. La posizione della testa del pilota è riprodotta con accuratezza al punto che non sempre è possibile guardare fuori per constatare i danni subiti dall'aereo.

Abbiamo già citato il realismo degli scenari, ma quello che un appassionato di simulazione vuole sapere riguarda senz'altro il modello di volo. Ormai tutti sanno che di solito la precisione del modello di volo è inversamente proporzionale al numero di aerei pilotabili e in Il-2 Sturmovik: Birds of Prey ci sono aerei per tutti i gusti. Aspettiamo quindi di avere la possibilità di provare in lungo e in largo questo gioco nella sua versione definitiva per esprimere un parere a riguardo e vi rimandiamo alla recensione per sciogliere il dubbio. Ma un chiaro indice della fedeltà al vero della dinamica del volo di questo gioco ci giunge dal fatto che i danni subiti dall'aereo influiscono in modo proporzionale sul comportamento in volo dell'aereo stesso. Avere buchi grandi come angurie in un'ala non giova certo al rendimento dell'aereo e si sente la differenza!

 

 

Ulteriore punto di forza da citare è la possibilità di regolare il livello di difficoltà, poiché esso influenza direttamente il realismo della simulazione. Si va dall'impostazione "arcade" dove tutto è permesso, incluso un HUD di stampo molto moderno che indica i nemici e gli amici con cursori colorati differentemente, fino all'impostazione "simulazione". In questa modalità si vola esattamente come settant'anni fa: impossibile dire a cosa stiamo sparando se non siamo abbastanza vicini; attenti al fuoco nemico perché fa male davvero; ma soprattutto attenzione a come si maneggia il gamepad. Il volo è una cosa seria e in modalità simulazione mancano tutti gli aiuti che ci aiutano a concentrarci solo sul combattimento. Infine non possiamo tralasciare la grafica: IL-2 Sturmovik: Birds of Prey gode di un aspetto volutamente retrò. Quello che ci sembra un filtro di elaborazione video modifica luminosità e saturazione dell'immagine in modo sapiente dando l'idea di stare guardando una vecchia pellicola. L'atmosfera è a metà strada fra il vecchio film di guerra, il documentario bellico e le riprese d'epoca fatte direttamente a bordo degli aerei durante il combattimento. Davvero intrigante!

 

cov-2.jpg

 

il2_300609skeuff01.jpg

Edited by Lukko
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah, IL-2! Bei ricordi quando svolazzavo con il mio Buffalo sulla Finlandia! (era il mio scenario preferito... :biggrin: )

 

Mesi fa avevo visto i primi video di questa "conversione" per consolle di IL-2... Mi piacerebbe provarlo per vedere come si comporta con l'impostazione "simulazione".

 

Comunque ho la sensazione che questa incursione di Maddox nel mondo delle consolle, abbia lo scopo di fare cassetta...

 

Per quanto riguarda Storm of War... speriamo non si stia trasformando in un "vaporware"!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trasformando in vaporware?? SOW E' vaporware.

Ne sento parlare dal 2005 e a parte qualche bel rendering e tanta fuffa, di ciccia se n'è vista poca. Le interviste di Oleg si risolvono con "può darsi, vedremo, chissà, non posso anticipare niente..."

 

Questo port per console mi sembra un onesto sistema per mettere fieno in cascina e almeno non bisogna comprare un sistema dedicato o fare un upgrade da 1000 euri solo per poter avere un po' di grafica ben fatta e più di 10 FPS.

Mi chiedo solo qual'è la compatibilità della ps3 con le periferiche usb tipo joystick, pedaliera e manetta che piacciono tanto a noi hardcore simmers.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo port per console mi sembra un onesto sistema per mettere fieno in cascina e almeno non bisogna comprare un sistema dedicato o fare un upgrade da 1000 euri solo per poter avere un po' di grafica ben fatta e più di 10 FPS.

Mi chiedo solo qual'è la compatibilità della ps3 con le periferiche usb tipo joystick, pedaliera e manetta che piacciono tanto a noi hardcore simmers.

 

 

Si ci sono pedaliere e joystick per PS3 che costano poco che si adattano alla Ps3 grazie alle porte usb 2.0, e cosa intendi per "un sistema dedicato o fare un upgrade da 1000 euri " la nuova ps3 costa 299€ e ha le stesse qualita della vecchia ps3! solo ha 120Gb di HDD rispetto agli 80Gb della mia!

 

2766538.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
cosa intendi per "un sistema dedicato o fare un upgrade da 1000 euri " la nuova ps3 costa 299€ e ha le stesse qualita della vecchia ps3! solo ha 120Gb di HDD rispetto agli 80Gb della mia!

 

Intendo dire che appena esce un nuovo gioco per pc bisogna sempre pensare di spenderci su dei soldini per riuscire a evitare l'effetto "slideshow" e avere una grafica decente.

Da questo punto di vista ho sempre preferito le console, esce un gioco nuovo e che tu abbia una macchina di 3 anni o appena comprata, il prodotto è godibile al massimo, da tutti e allo stesso modo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per PS3 non so nulla,so che ACE combat V era uscito per x-360 in bundle con sistema hotas.

Ma ora finalmente si scoprono i limiti del joypad!

Ad iniziare da ARMA2 che doveva uscire multipiattaforma,ma in realta' solo noi utenti PC ne possiam godere!

Visto che per pc si utilizzano:

Tutta la tastiera piu' tasti doppia funzione

Tutto il mouse piu' doppie funzioni

tutto il joystick

Non credo che a parte un intervento di chirurgia per impiantarsi altre 2 coppie di braccia sia una cosa attuabile per gli utenti console!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per PS3 non so nulla,so che ACE combat V era uscito per x-360 in bundle con sistema hotas.

Ma ora finalmente si scoprono i limiti del joypad!

Ad iniziare da ARMA2 che doveva uscire multipiattaforma,ma in realta' solo noi utenti PC ne possiam godere!

Visto che per pc si utilizzano:

Tutta la tastiera piu' tasti doppia funzione

Tutto il mouse piu' doppie funzioni

tutto il joystick

Non credo che a parte un intervento di chirurgia per impiantarsi altre 2 coppie di braccia sia una cosa attuabile per gli utenti console!

 

ARMA2 esce anche per console di nuova generazione ( se non erro come OFP2) e comunque sulla ps3 si puo inserire la tastiera wirelles e giocare come con un pc!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
ARMA2 esce anche per console di nuova generazione ( se non erro come OFP2) e comunque sulla ps3 si puo inserire la tastiera wirelles e giocare come con un pc!

 

 

Negative sir OFP2 e' Operation Flashpoint 2 Dragon Rising!

ARMA2 e'diverso anche se e' nato (come il primo ARMA e espansione Queen's Gambit) da una costola del primo OFP.

In teoria e' confermato (OFP2) come lo era ARMA2 ma a causa della complessita del gioco (puoi passare dalla prima alla terza persona allo strategico,e con i punti esperienza (cash) puoi costruire nuove installazioni (alla civilization)tanto per fare esempi) e ce ne sarebbe da dire,tipo mappa da 225 Km quadri di mappa,con variazioni di flora e fauna ecc...

Ho cercato di nuovo recensioni per consolle ma viene ribadito che difficilmente verra' convertito per queste in quanto TROPPO complesso,e gia per PC lo e':

Fai conto sei un ribelle e incontri dei russi,se ti sentono solo PARLARE nel tuo dialetto ti fan fuori,se interagisci nella loro lingua,tutto OK,addirittura puoi fomentare rivolte civili!

L'IA e' talmente evoluta che se tu vieni ferito,il tuo caposquadra ti se sei nel suo raggio visivo,ti manda il medico in automatico e questo arriva non e' detto subito,se ingaggia nemici li fa fuori,richiede a sua volta copertura e poi viene a soccorrerti!

Per quanto riguarda tastiera e mouse,mi ero informato anche per la 360,le consolle possono usarle per cio' che concerne la navigazione internet o chat,ma per giocare bisogna vedere se il gioco le supporta,normalmente no,solo controller.

A meno che poi non ti facciano una tastiera dedicata come era successo per mechwarrior!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Negative sir OFP2 e' Operation Flashpoint 2 Dragon Rising!

ARMA2 e'diverso anche se e' nato (come il primo ARMA e espansione Queen's Gambit) da una costola del primo OFP.

In teoria e' confermato (OFP2) come lo era ARMA2 ma a causa della complessita del gioco (puoi passare dalla prima alla terza persona allo strategico,e con i punti esperienza (cash) puoi costruire nuove installazioni (alla civilization)tanto per fare esempi) e ce ne sarebbe da dire,tipo mappa da 225 Km quadri di mappa,con variazioni di flora e fauna ecc...

Ho cercato di nuovo recensioni per consolle ma viene ribadito che difficilmente verra' convertito per queste in quanto TROPPO complesso,e gia per PC lo e':

Fai conto sei un ribelle e incontri dei russi,se ti sentono solo PARLARE nel tuo dialetto ti fan fuori,se interagisci nella loro lingua,tutto OK,addirittura puoi fomentare rivolte civili!

L'IA e' talmente evoluta che se tu vieni ferito,il tuo caposquadra ti se sei nel suo raggio visivo,ti manda il medico in automatico e questo arriva non e' detto subito,se ingaggia nemici li fa fuori,richiede a sua volta copertura e poi viene a soccorrerti!

Per quanto riguarda tastiera e mouse,mi ero informato anche per la 360,le consolle possono usarle per cio' che concerne la navigazione internet o chat,ma per giocare bisogna vedere se il gioco le supporta,normalmente no,solo controller.

A meno che poi non ti facciano una tastiera dedicata come era successo per mechwarrior!

 

Io intendevo arma 2 come ofp2 nel senso che uscivano multipiattaforma (considera che alcune persone hanno installato windos o mac sulla ps3 quindi ti posso dire che il livello della ps3 è sullo stesso piano del pc) . Dopo quello che ho letto sono rimasto O.o di m***** a che livelli di simulazione sono arriavati! io ho Arma Armed Assault e ancora non ho avuto il piacere di giocarci( casusa pc schifoso), ma dai video che ho visto sul tubo mi sembra un ottimo simulatore di guerra, con l'aggiunta di mod e script! per le tastiere se è possibile convertire il gioco da joystik a tastiera non te lo so dire comunque in alcuni giochi la tastiera (applicabile al braccio sinistro) puo essere usata in contemporanea da joystick.

sonytastierawirelessps3.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

non e' che voglia offendere le consolles,sia chiaro!L'unica cosa che ancora mi trattiene dal non pigliarmi la 360 e' il fatto di non poter usare la tastiera come nel pc!altrimenti sarebbe gia' in saccoccia!

Comunque ARMA2 e' veramente pesante,non tanto a livello di PC quanto a difficolta' di gioco,son fermo in una missione single player dove facendo la parte di un gruppo di ribelli devo vagare silenzioso per un bosco di montagna,stando attento a cinghiali etc... con un visore notturno che se si bagna...CIAO!!!!!su e giu' per terreni scoscesi,boschi fitti e eliminare i checkpoint russi,ok posso rubare o meno mezzi,dalle moto da cross a auto civili,beh non dopo aver acceso il motore e i fari,togliendo gli abbaglianti!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
non e' che voglia offendere le consolles,sia chiaro!L'unica cosa che ancora mi trattiene dal non pigliarmi la 360 e' il fatto di non poter usare la tastiera come nel pc!altrimenti sarebbe gia' in saccoccia!

Comunque ARMA2 e' veramente pesante,non tanto a livello di PC quanto a difficolta' di gioco,son fermo in una missione single player dove facendo la parte di un gruppo di ribelli devo vagare silenzioso per un bosco di montagna,stando attento a cinghiali etc... con un visore notturno che se si bagna...CIAO!!!!!su e giu' per terreni scoscesi,boschi fitti e eliminare i checkpoint russi,ok posso rubare o meno mezzi,dalle moto da cross a auto civili,beh non dopo aver acceso il motore e i fari,togliendo gli abbaglianti!

riguardo la console ps3 è meglio x svariati motivi

 

invece riguardo ad Arma 2 è veramente figo appena posso lo compro!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

facendo una ricerca su san google ho trovato:

 

 

Armed Assault 2

Anteprima

Piattaforma:

PS3

Sviluppatore:

505 Games

Data di rilascio:

2009 (Non precisata)

Genere:

Sparatutto

 

Armed Assault 2

Armed Assault 2

 

Sin da quando i motori grafici in 3D hanno fatto la loro comparsa, il pubblico più “adulto” ha cercato titoli che facessero del realismo il loro scopo principale, in modo da poter avere esperienze videoludiche il più possibili simili a quanto avviene nella realtà. I primi a riuscire in questa impresa furono proprio i Bohemia Interactive che, insieme a Codemasters, pubblicarono Operation Flashpoint introducendo il giocatore in ambienti di combattimento estremamente verosimili(almeno per quei tempi) e decisamente sconfinati, con la possibilità di compiere missioni militari di vario genere (dalla pattuglia alle incuriosii notturne). Il tutto arricchito da una serie di elementi che altri FPS tralasciano ancora oggi.

Dopo sei anni da OF, Bohemia Interactive pubblicò Armed Assault (da ora in poi ArmA) che si proponeva di dare vita ad una serie gemella a Operation Flashpoint attraverso lo sfruttamento di nuove tecnologie. L’annuncio di un seguito di ArmA nel 2009 è una notizia del tutto inaspettata in quanto nello stesso anno i Bohemia daranno vita a Operation Flashpoint 2 che porta con sé un hype decisamente elevato. Fatte le dovute premesse, procediamo all’analisi di quanto illustrato fino ad oggi dal DevTeam di ArmA II.

 

La guerra non è mai “fredda”.

ArmA II si presenta al pubblico come un titolo dal plot narrativo convincente, studiato in base all’analisi politica attuale e “trasportato” in una nazione fittizia dell’est europa: Chernarus.

Per anni la guerra civile ha distrutto i territori del Chernarus contesi fra forze ultra nazionaliste russe e fazioni filo occidentali. Dopo le elezioni del 2008, che hanno visto la vittoria del partito democratico nella regione, le fazioni filo russe sono scese in campo nel nord del Chernarus grazie anche all’appoggio dei gruppi combattenti al confine con la nazione. In poco tempo la situazione è precipitata e il tentativo da parte dei russi di annettere il nord Chernarus ha costretto lo stato a chiedere l’intervento della NATO per risolvere la situazione. A questo punto le forze in campo cambiano e il conflitto si apre a due maggiori fazioni che sono: Il Chedaki (ovvero i filorussi) e il RazorTeam facente parte dell’USEMC (United States Expeditionary Marine Corps, corpi di spedizione dei marines degli stati uniti.)

Secondo quanto detto dagli sviluppatori, la campagna single player conterrà finali multipli raggiungibili attraverso scelte tattiche che rendono il gameplay non lineare, permettendoci ogni volta di giocare la stessa missione intraprendendo strade diverse che influenzeranno l’andamento generale del conflitto.

Le novità basilari dell’ambiente nel quale si svolgerà la campagna principale sono molteplici e, almeno sulla carta, stupiscono per estensione. Secondo i dati dichiarati dal DevTeam, ArmA II svilupperà le sue vicende all’interno di un’area ispirata alla regione reale del Sud Zagoria e offrirà al giocatore 225 chilometri quadrati di territorio giocabile nel quale potremo trovare 300 chilometri di strade percorribili e circa un milione di oggetti 3D tra case, vegetazione e dettagli grafici vari. Oltre a questi impressionanti dati ambientali, Bohemia ha dichiarato che l’ambiente di gioco avrà vita civile e animale propria e ciò significa che durante le missioni dovremo stare attenti a non coinvolgere i cittadini in uno scontro a fuoco evitando carneficine causate da ordini impartiti male e aumentando il grado di sfida che le varie missioni possono offrire.

Per svolgere le varie missioni del titolo, verremo messi a capo della già citata squadra Razor che sarà capitanata dal Sergente Patrick “Eightball” Miles, esperto in lingue e tattiche sul campo. Al suo seguito avremo altri quattro uomini specializzati in vari campi che vanno dalle demolizioni alla ricognizione e ognuno di questi soldati sarà giocabile in modo da permetterci di tenere la situazione sotto costante controllo. Nel caso in cui ci affezioneremo troppo al sergente Miles però, non dobbiamo dimenticare che sarà possibile impartire vari ordini ai propri uomini e l’IA dovrebbe, almeno secondo i dati forniti dalla software house, gestire ogni ordine con comportamenti precisi e impeccabili grazie ad una micro intelligenza migliorata che permette di gestire piccoli spostamenti in maniera migliore rendendo l’esperienza del gioco in team ancor più realistica e garantendo una resa maggiore a livello qualitativo di azioni come il fuoco di soppressione. Oltre alle abilità in combattimento ogni personaggio del team razor avrà anche una caratterizzazione unica e un background narrativo studiato ad hoc per ognuno dei membri della squadra.

A nostra disposizione, per procedere nella narrazione, ci saranno una vasta gamma di veicoli e armi pienamente utilizzabili dal giocatore. I mezzi di trasporto saranno moderni e fedelmente riprodotti e non avranno nulla da invidiare ad altre grandi produzioni quali Bad Company. Ci troveremo infatti a guidare il famoso Black Hawk o elicotteri da trasporto più leggeri, per non parlare poi dei tank più famosi quali l’M1A1 Abrams o gli Apc leggeri già visti in altri titoli della serie.

Quando sarà necessario difendersi con le armi convenzionali potremo scegliere fra un arsenale di quaranta armi (varianti e modification escluse) ognuno assegnato ai rispettivi eserciti in base alle dotazioni reali e ognuno con effetti fisici realistici, basta pensare che ogni colpo sparato alzerà una nuvoletta di polvere dal terreno nel caso in cui siamo imboscati per non essere visibili.

 

Questione di tattica

Come già sottolineato più volte in più occasioni dal team di sviluppo, ArmA II beneficerà di un motore grafico che è stato in costante sviluppo negli ultimi dieci anni e ha subito un’evoluzione significativa. Stiamo parlando del Real Virtuality Engine che è il motore grafico alla base dei titoli bellici sviluppati fin oggi da Bohemia e che, da Operation Flashpoint in poi, è stato fatto oggetto di continui miglioramenti. Col tempo sono state implementate numerose funzioni e lo stesso è stato fatto per ArmA II. Il Real Virtuality 3.0 utilizzato per questo sequel includerà il supporto multi-core, shader model 3.0 per DirectX 9 oltre a texture più definite e una gestione micro IA più precisa e realistica. Dalle immagini che abbiamo avuto modo di analizzare e dalle comparazioni con i precedenti titoli che hanno usufruito del real virtuality siamo sicuro che gli sviluppatori stanno facendo un ottimo lavoro anche se è difficile che un titolo con un ambiente così vasto possa vantare un motore grafico al top in quanto quest’ultimo si troverà a gestire, specialmente nel multiplayer, una quantità di situazioni tali da appesantire consistentemente i sistemi sul quale andrà a girare. Non ci resta che confidare nelle capacità dimostrate negli anni da Bohemia.

Per quanto riguarda il multiplayer, fulcro del gioco e interesse principale della community, sappiamo che verrà implementata una modalità cooperativa e che i server conterranno un massimo di 16 giocatori ognuno dei quali sarà a capo di un’ unità di 8 soldati per un totale di 250 persone su schermo tra giocatori e bot comandati dalla Cpu. Un tale numero di persone sarà una sfida per le nostre linee e speriamo che il netcode venga costruito ed elaborato ad arte, anche se le precedenti esperienze con i Bohemia non lasciano nessun dubbio sulla loro capacità di gestire situazioni del genere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
I Simulatori di volo realistici non sono fatti per la console. Punto!

 

guarda che il2 bird of prey ha lo stesso gameplay dei suoi predecessori del pc...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ritiro tutto quello che ho detto il2 su ps3 fa schifo testata la demo ed è un'arcade...

ps bellisimo il nuovo forum XDma dove sono i download???

Edited by Lukko
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use, Privacy Policy, and We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue..